In molti sono i negozianti che ci contattano. Tutti con la stessa “sindrome da Facebook”.
La chiamo “sindrome” scherzosamente, perché c’è ed è radicata questa credenza che basti aprire una pagina Facebook e postare offerte e foto di prodotti per:

  • farsi conoscere,
  • attirare gente in negozio,
  • vendere di più.

“Eppure sponsorizzo le mie promozioni su Facebook, perché non ho avuto riscontri?”
“Pubblico ogni giorno un nuovo post, ma nessuno commenta o interagisce con la mia pagina”.
“Facebook non serve a nulla, è solo una perdita di tempo e di soldi!”.

Se sei arrivato qui vuol dire che hai una pagina Facebook del tuo negozio, che sei un utente attivo, ma che purtroppo non vedi ancora dei riscontri positivi malgrado i tanti sforzi impiegati per farti conoscere.

In caso contrario ti consiglio di partire dalle basi e leggere:

1.Profilo o pagina Facebook per la tua attività
2.Come aprire una pagina Facebook

Probabilmente sei arrabbiato, o rassegnato perché non vedi i tanto attesi o sperati risultati e non riesci proprio a capire dove stai sbagliando. E alla fine sei arrivato alla conclusione che “è solo una perdita di tempo e soldi”.
Giusto, ma solo in parte.

Falsi miti da sfatare

Perché se guardi a Facebook come un mero strumento promozionale, non verrai ascoltato. E la tua comunicazione non avrà successo.
Pensaci. Tutti parlano solo e costantemente di promozioni, offerte prodotti. Se ti conformi alla massa, perché le persone dovrebbero essere attratte da te?
Ma soprattutto: se ti limiti a parlare di promozioni, l’unica leva a tua disposizione è il prezzo. Questo significa inevitabilmente: prezzi stracciati = più attenzione. Vale davvero la pena svendersi per concorrere sul mercato?

Che valore stai dando al tuo negozio se tutto è rapportato al prezzo?

Il trucco è cambiare prospettiva

Prima di tutto mettiti nei panni dell’utente e comincia a riflettere: quali sono i post che più ti attraggono quando sfogli la bacheca di Facebook? Quando ti soffermi a leggere? Quando e perché condividi o commenti?
Una piccola auto analisi ci è utile per capire una grande verità su Facebook.
Perché se anche tu, come me, condividi gif di “gattini e cani fuffosi”, commenti le foto dei tuoi amici, rivivi i ricordi degli anni passati, posti citazioni celebri che ti rispecchiano… allora è chiaro che Facebook non è uno strumento per promuovere prodotti. Al contrario. Facebook lavora sulle emozioni delle persone ed è uno strumento usato per “staccare la spina”, per passare 10 minuti di svago.
Più riesci a coinvolgere emotivamente e più è alta la possibilità di essere visto nell’inesorabile e annoiato “scroll” della bacheca. Più crei movimento attorno al tuo negozio e maggiore è la probabilità che le persone si interessino a te.

Ti faccio un esempio: tra le due foto, quale ti attrae di più?

Comunicazione Facebook

Sono senza dubbio sono due belle foto, entrambe con un significato. Ma sono quasi certa che la vostra scelta è ricaduta sulla seconda opzione. Perché? Perché c’è coinvolgimento, movimento, divertimento. Tutti concetti che le persone cercano su Facebook.
Questo non significa che devi fare una festa ogni venerdì sera per creare movimento attorno al negozio. Ma valuta l’opportunità di organizzare degli eventi instore in tema, magari nei periodi dove prevedi un calo di fatturato (vedremo in un prossimo articolo gli eventi).
Un’alternativa agli eventi, è realizzare delle attività social che coinvolgano le clienti. Mi viene in mente un negozio di Cividale del Friuli che ha realizzato un calendario con le proprie clienti, foto poi condivise e postate su Facebook.
Insomma, quando emozioni, coinvolgi e fai far fare qualcosa alle persone, allora verrai ricompensato.

Voglio farvi un altro esempio:

Comunicazione Facebook 2

Entrambe sono scattate per Natale. Entrambe con una storia da narrare. Se a destra c’è una sorta di calendario dell’avvento con foto dei prodotti che vi aspettano in negozio, dall’altra invece le protagoniste sono le commesse stesse a dire “vi aspettiamo in negozio”. Anche in questo caso, la vostra preferenza dove ricade?
Immagino la seconda, proprio perché l’humanitas e l’autenticità in questa foto è potente e fa la differenza.

Sii Autentico

Diventa l’autore del negozio, il narratore della tua storia. Crea la tua identità e verrai apprezzato e riconosciuto per questo.
Di recente ho visto questo video, che rispecchia esattamente l’essenza di autenticità di cui vi sto parlando:

Questo è un video Deposito 27, un negozio che abbiamo avuto il piacere di intervistare a Dicembre 2016. Un video che fa trasparire tutta l’autenticità di Valeria. Ed è proprio questo che attrae. Perché l’autenticità crea fiducia.

“Lo stile è quello che sei, non quello che vorresti essere e nemmeno quello che gli altri vorrebbero tu fossi”
Guarda l’intervista di Valeria e Clizia @Deposito 27

Non aver paura di farti scoprire, di apparire e di essere il protagonista della tua realtà. Ma soprattutto di rendere protagonisti i tuoi clienti, dedicando loro del tempo, prendendoti cura dei loro bisogni e consigliando ciò che è meglio per loro e la loro trasformazione. Se sei così bravo da instaurare un solido rapporto, puoi “giocare con i tuoi clienti”. Per esempio fotografandoli mentre si provano le scarpe o i vestiti, mentre gli fai un’acconciatura. Foto che poi puoi postare, così da rendere più vivo il tuo negozio e la tua bacheca Facebook.
Non serve essere fotografi provetti. Anzi, anche in questo frangente l’autenticità è premiata.
Vi propongo qualche esempio qui sotto:

Racconta e raccontati

Un’altra opportunità da cogliere per le tue pubblicazioni Social è quella di raccontarti.
Racconta il tuo lavoro, rendi partecipi le persone di quello che sta succedendo in negozio.
Se è in arrivo una nuova collezione, non è necessario fare vedere le foto dei solo prodotti. Puoi invece dedicare degli scatti mentre stai scegliendo le collezioni, oppure puoi far conoscere i tuoi collaboratori, raccontare le aziende fornitori … quando riesci a rendere umano ciò che fai allora tutto ha più senso e acquista un significato profondo.
Ecco alcuni esempi che ti possono essere d’aiuto:


Tiriamo le somme

Ripercorriamo assieme i concetti chiave che ti ho illustrato per gestire al meglio la tua comunicazione su Facebook e avere da subito i primi riscontri positivi:

  1. cambia mentalità: da prezzo a qualità – non svenderti ma valorizzati;
  2. Facebook non è uno strumento per vendere. Serve a farti conoscere e consolidare le relazioni (Branding);
  3. la leva sono le emozioni;
  4. non postare solo foto di prodotti e promozioni;
  5. coinvolgi le persone e crea movimento instore e attorno al negozio;
  6. coinvolgi i clienti e rendili protagonisti;
  7. sii autentico e vero nelle relazioni e nella tua comunicazione;
  8. meno prodotti e più lato umano

Ma soprattutto ricorda:

Le persone cercano idee.
Le persone cercano un buon motivo per concedersi il lusso di festeggiare.
Le persone vogliono essere rasserenate.
Le persone vogliono essere coinvolte.
Le persone vogliono solo essere: diamo loro tutto il supporto che possiamo.

Se segui queste poche regole, ti accorgerai che hai molte più opportunità di creare una comunicazione diversa rispetto alla concorrenza, di uscire così dal coro e farti riconoscere.
Insomma: di esserci con stile.

Buon lavoro e ricorda: “la creatività richiede coraggio” 😉

 

Segui queste 6 strategie per aumentare le vendite?

Lo sai che ci sono 6 passi che puoi fare per rilanciare il tuo negozio? 🚀
Puoi scaricarli gratis cliccando in questo link.

Nel pdf potrai approfondire i seguenti argomenti:

  1. Come usare il marketing nel tuo negozio
  2. Le 4P del marketing per il punto vendita
  3. Quanto è conosciuto il tuo negozio?
  4. Come distinguerti 
  5. prodotti civetta 🦉
  6. Efficacia online 📲

Scarica gratis altre 6 mosse per aumentare le vendite

Stai cercando altro?

Verifica tra gli altri percorsi della nostra Greenhouse.

Scegli cosa vendere

Per vendere meglio,
devi conoscerti

Valorizza il Negozio

Per avere più clienti,
sii differente

Primi passi online

Per promuoverti con successo,
fatti riconoscere